Il Telescopio

Tutte le citazioni, frase, dialoghi della serie, Bojack Horseman, della prima stagione, ottavo episodio.

Bojack Horseman: Congratulazioni per la faccenda del fidanzamento, a proposito!
Diane: Grazie. Comincio a realizzare solo ora che tra un po’ mi sposero. Grazie a dio non dovrò morire sola. Senza offesa.
Bojack Horseman: Nessuna offesa. Tolto quel, senza offesa.


Herb Kazaz: Perché? Ditemi? Ci serve una cucina e un bagno? Un tubo e un tubo, no? Ma sul serio ci serve un water, un lavandino e una vasca da bagno? E aspetta. No no fermi. C’è pure l’altra stanza con il lavello. Insomma, dove la fai la fai, finisce tutto in mare, no?


Charlotte Moore: Guarda là. Vedi quelle pozze di bitume? Hollywood è una graziosa citta posta su una grossa e nera pozza di bitume. Quando ti rendi conto che fondi e già troppo tardi.


Bojack Horseman: Se lui va, vado anch’io!
__________: Non lo farei, Bojack. Tu sei una star. E essere una star vuol dire anche fare scelte difficili. Puoi fare la tua sparata mostrare al mondo cosa vuol dire essere amici, o puoi essere quello che fa il uso lavoro. Tu sei una star, ma questo in realta e soltanto l’inizio della storia di Bojack Horseman. Puoi scegliere la strada che preferisci, ma ti voglio dire una cosa. Non si vince l’oscar, non si finisce sulle copertine delle riviste patinate, e non si ottiene il ruolo del protagonista nel film Secretariat facendo l’amico leale….


Herb Kazaz: Bojack! Tu guarda! Gesù, hai un aspetto di caca. Sei stato divorato dal senso di colpa?
Bojack Horseman: Neanche tu stai una meraviglia, Herb.
Herb Kazaz: Perche` io ho il cancro… Ciao, chi e l’incantevole creatura? Quale concatenazione di pessime decizioni ti ha messo nell’orbita di Bojack?
Bojack Horseman: Lei e Diane. Sta scrivendo un libro su di me.
Diane: Piacere di conoscerla!
Herb Kazaz: Il libro s’intitola, Il tratto di un pezzo di merda? Scherzo, e buffo perché lui mi ha rovinato la vita. Scherzo, e più forte di me. Entrate, fate uscire tutto il cancro!!


Herb Kazaz: Bojack, come stanno le tue posate?
Bojack Horseman: Stanno bene!
Herb Kazaz: Sei sicuro? Perché se quel coltello non e abbastanza filato, ho sempre quello che mi hai piantato nella schiena vent’anni fa.
Bojack Horseman: Dovevo aspettarmela, chi chiede delle posate!


Bojack Horseman: Cioe`. Mi sento un po’ a disaggio. Avrei dovuto portare una bottiglia di vino. Questo fanno gli adulti Bojack, che cazzo!
Diane: E questo che ti tormenta? Che non hai portato il vino?
Bojack Horseman: Hai ragione. Me lo fare scolato strada facendo.
Diane: Qui non si tratta del vino, Bojack. Se ce qualcosa che hai bisogno di dire a qualcuno, dovresti cercarlo di farlo quando ne hai l’occasione perché poi sai, potrebbe già essere troppo tardi.
Bojack Horseman: E per caso una di quelle cose dove si parla di Herb, ma in realtà si sta parlando di qualcun altro?
Diane: No stavo parlando di Herb.
Bojack Horseman: Ok. Anch’io.


Bojack Horseman: Mi dispiace, Herb.
Herb Kazaz: Ok. Ma io non ti perdono.
Bojack Horseman: Herb, ho detto che mi dispiace.
Herb Kazaz: Si, e io ho detto che non ti perdono. Non pensare di avere da me la soluzione. Perché non succederà. Dovari vivere col peso di quella merda che sei per il resto della tua vita. E sapere che non potrai mai, mai metterci una pezza!
Bojack Horseman: Credo che ci sentiremo entrambi molto meglio se solo…
Herb Kazaz: Sto morendo, non mi sentirò meglio, e non sarò la tua stampella che tu possa sentirti meglio.


Herb Kazaz: Sai qual è il tuo problema? Tu vuoi dipingere te stesso come un uomo buono, ma nessuno ti conosce come me. E io ti posso dire che non lo sei. In realtà, credo che tu dormiresti molto meglio alla notte se solo ammettessi con te stesso che sei solo un egoista codardo che prende tutto quello che vuole non gliene frega un emerito cazzo di ferire il prossimo. Questo sei tu. Questo e Bojack Horseman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *